Corsi Regionali > info

AVVISO 8/2016 A.F. 2016-2017

PROGRAMMA OPERATIVO DELLA SICILIA FONDO SOCIALE EUROPEO 2014-2020
Investimenti in favore della crescita e dell’occupazione

I corsi proposti in seno all’Avviso 8/2016 sono GRATUITI e finanziati dalla Regione Siciliana.

1_destinatari

Tutti i destinatari devono essere residenti o domiciliati nel territorio siciliano, avere tra i 18 e i 65 anni compiuti ed avere un titolo di studio adeguato al percorso formativo.

2_selezione

La selezione sarà effettuata dal collegio docenti tenendo conto dei prerequisiti di accesso previsti per il corso specifico.

3_metodologie

L’ente applica modalità formative innovative, pertanto le lezioni frontali sono accompagnate da:

  • Project work (gli allievi, in maniera autonoma, divisi in gruppi e col supporto dei docenti, sviluppano un progetto aziendale, applicando e collegando le tecniche, le conoscenze e le competenze acquisite in aula ed esprimendo nuove potenzialità, nuove risorse e nuovi talenti. Analisi ragionata di una data esperienza, in situazione di lavoro, volta all’individuazione di criticità e di punti di forza al fine di sviluppare le proprie competenze e di migliorare le proprie prestazioni lavorative)
  • Business game (I corsisti saranno divisi in gruppi e opereranno tra di loro in concorrenza, su un mercato simulato. Dovranno prendere decisioni nelle aree marketing e vendite ed al termine di ogni simulazione virtuale i partecipanti riceveranno i risultati di tutti i gruppi  operanti sul mercato. Consente di rafforzare le capacità decisionali, incrementare le abilità gestionali, sviluppare l’attitudine a lavorare in gruppo e migliorare le proprie performance)
  • Role playing (obiettivo di questo metodo è fare emergere non solo il ruolo, le norme comportamentali, ma la persona con la sua creatività. Si distinguono quattro fasi:
    – Warming up: attraverso tecniche specifiche (sketch e scenette, interviste, discussioni, ecc.) si instaura un clima sereno;
    – Azione: i corsisti sono chiamati ad immedesimarsi in ruoli diversi e ad ipotizzare soluzioni.
    –  Cooling off: si esce dai ruoli e dal gioco, per riprendere le distanze.
    –  Analisi: si analizza, commenta e discute ciò che è avvenuto.
  • Learning by doing (il docente organizza Goal-Based-Scenarios, cioè simulazioni in cui il corsista persegue un obiettivo professionale concreto, in grado di motivarlo, applicando ed utilizzando le conoscenze e le abilità funzionali al raggiungimento dell’obiettivo. Questa metodologia migliora la strategia per imparare, ove l’imparare non è il memorizzare, ma anche e soprattutto il comprendere)
  • Outdoor training: dopo aver presentato al gruppo delle ”sfide“ (problemi operativi di difficile soluzione), si analizzano le modalità con cui sono state affrontate, simulando un contesto lavorativo reale. L’obiettivo è far emergere i punti di forza e di debolezza del singolo e del gruppo in un contesto privo delle pressioni e dei condizionamenti quotidiani. Obiettivo è sviluppare nei gruppi di lavoro l’attitudine necessaria a lavorare in modo strategico, coinvolgendo gli allievi in un ambiente e in situazioni diverse da quelle quotidiane, costringendoli a pensare e ad agire fuori dai normali schemi mentali e comportamentali.

4_business plan

Tutti i corsi prevedono la partecipazione a un workshop denominato “Business Plan e Pari opportunità” che mira a fornire le conoscenze essenziali per la redazione di un Business Plan, nonché a fornire informazioni relative alle opportunità del microcredito per l’imprenditorialità femminile. A tal fine saranno coinvolte professionalità esperte in economia aziendale.

Obiettivo dell’azione è quello di fornire un quadro di dettaglio su come una startup si organizza, si differenzia e si colloca sul mercato. Le aree di approfondimento interessano la descrizione dell’azienda e del prodotto/servizio da sviluppare, l’analisi di mercato e il piano di marketing, il vantaggio competitivo e l’analisi dei rischi, l’organizzazione del management e le competenze in gioco, e infine, la stima di costi e il piano economico-finanziario

Dal punto di vista metodologico il workshop prevede la simulazione di un Business Plan riferito a un caso reale nel settore dei servizi informatici, che coinvolga attivamente i destinatari dei percorsi formativi.

Le fasi del workshop saranno così articolate:

  1. Descrizione del progetto.
  2. Forma giuridica della società, organico e compagine sociale (sarà ipotizzata una cooperativa che veda tutti i corsisti quali soci lavoratori).
  3. Analisi del mercato.
  4. Strategia di marketing.
  5. Piano finanziario.
  6. Promozione e Pubblicità.

5_stage

Tutti i corsi prevedono uno stage che viene svolto in strutture aziendali con le quali l’ente ha messo in atto convenzioni che garantiscano la condivisione degli obiettivi reciproci.

6_certificazione

In base a quanto sancito  dalla Conferenza Stato Regioni del 28/10/04 , che indica i modelli secondo i quali devono essere certificate le competenze acquisite, una commissione composta da formatori, sulla base di criteri preventivamente adottati, valuterà le competenze acquisite verificate attraverso Unità Formative, ovvero segmenti dell’intero percorso in sé compiuti.

7_attestato

A seguito del superamento della prova d’esame viene rilasciato al corsista un attestato di qualifica professionale o specializzazione riconosciuto in tutti i paesi della Comunità europea.

Leave a Reply

Motto

Quando agli studenti viene data l'opportunità di partecipare a programmi formativi innovativi, il beneficio è per tutti.

Newsletter

Back to Top